26 nov 2012

Need For Speed: Most Wanted recensione

0 commenti
L'ho aspettato tanto, l'ho desirato a lungo, finalmente è arrivato. Sto parlando di NFS: Most Wanted.

Partiamo con il presupposto che il primo è stato uno dei giochi in cui ho perso più tempo e che più ho amato. Quindi sono arrivato a questo gioco carico di speranze, ma un po' deluso dall'ultima uscita 'nfs: the run'.



La prima scena è da palpitazioni. Rivedere pezzi di mappa in cui ho corso così tanto ha riacceso dei bei ricordi e ha caricato ancora di più le mie aspettative. Sono state deluse?!?! Direi di.. no, proprio no. A sto giro hanno fatto centro e anche bello grosso.

Stile di guida

Partiamo da quello che interessa più me solitamente di un gioco di auto. Come si guida? Dopo le ultime uscite dove la macchina praticamente si guidava da sola qui ci troviamo di fronte ad uno stile di guida difficile nei primi momenti, però che sorprende pian piano e sconvolge una volta che ne si prende la mano. Ma ne parleremo meglio più avanti.

Bye bye soldi

Fine della corsa all'oro, niente più soldi, niente più gare clandestine dove il nostro personaggio deve racimolare soldi per avere un nuovo potenziamento. Ora i potenziamenti si vincono sul campo. Sicuramente la cosa è meno realistica, ma è molto più meritocratica. A seconda del piazzamento che avremo nella gara sbloccheremo nuovi gadget che ci permetteranno di potenziare le nostre macchine. Ma non è l'unico motivo per cui salutiamo i soldi.

Le auto infatti non dovranno più essere acquistate, ma si troveranno in giro per l'isola, quindi spingendo anche molto sull'esplorazione, cosa che, con la grafica che migliora a vista d'occhio, non ci va per niente male, anche se non siamo ai livelli di TDU2... ma meglio di niente.

Una auto fatta su misura per te

Basta essere limitati dai soldi, si parte subito con una bella porche che però ho subito abbandonato per una ben più simile al mio stile di guida, la gallardo.

Insomma ognuno ha la sua auto! Basta cercarla! Chi ha l'audi come pallino, chi le ferrari, chi le mclaren. Vi rifarete gli occhi e le orecchie a sentirle rombare sotto le vostre levette. E direi che questo ci piace e ci piace tanto.

Unica pecca, da sottolineare, per ogni auto bisogna risbloccare tutti i gadget, facendo le gare specifiche per quell'auto. Così ora passi da una lamborghini alla lancia delta integrale a derapare sullo sfondo terroso. Sicuramente niente di male lo stesso!

Aggiorniamoci Pro!

Una volta ottenuti i gadget con le gare, continuandoli ad usare sbloccheremo una loro versione pro, che ci faciliterà ancora la vita. Infatti, ad esempio, le ruote da gara permettono una migliore accelerazione e una più alta velocità di punta, ma perdiamo nella guida fuori strada. Con la versione pro questa pecca verrà eliminata, dando ancora più prestazioni al nostro veicolo.


Polizia che bontà

C'è da dire che mentre nel primo la polizia fosse al centro del gioco, qui invece è il contorno, ma questo non spiace, infatti il primo piatto (la guida e quant'altro) è bello succulento!

Insomma il gioco non ha per nulla deluso le mie aspettative, ha una grafica eccellente, una precisione nella guida al limite del realismo (non è certamente facile saper guidare bene) e una polizia presente ma non chiave focale del gioco. Che volete di più?? A breve vi farò pervenire qualche gameplay in maniera da apprezzare maggiormente questo gioco, per ora è tutto, ciao!

Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings