30 ago 2012

La verità su Facebook

0 commenti
nonsologiochi




Aprirei questo misterioso post con una foto direi... altamente significativa
Borsa di Facebook
Facebook e il suo sviluppo in borsa

Per chi non seguisse la borsa e non abbia nemmeno idea di cosa sia, consiglio di leggere qualche risposta su Yahoo! Answer, che sicuramente non mancherà, conoscendolo.

Detto ciò, vi chiederete perchè iniziare un post con la foto del titolo di casa Zucky? La risposta è molto semplice.

Dal momento che una propria creazione in un garage diventa pane quotidiano per 900 milioni di persone, la prima domanda che ti viene è "ora come trasformo il traffico in $$$?".

La risposta è molto travagliata e parte da un circuito di pubblicità interno, mantenuto in maniera dubbia (vedi punto cookie), un circuito di pubblicità esterno (vedi punto ads not by facebook) e infine un ingresso in borsa tra le polemiche e le speculazioni. Tutto questo in una bellissima salsa fatta di cause contro una dozzina di stati. Quello che faremo è rivedere tutto il percorso di Facebook, tramite immagini riguardanti i punti più importanti della sua storia, sotto questo aspetto, per poi trarne delle conclusioni finali.

Il sole 24 ore - 29 marzo 2012

Cookie && Privacy 

La prima e forse la più preoccupante problematica è quella relativa all' uso dei cookie e a come questi vengano usati da facebook.

Tom's Hardware del 26 settembre 2011
Sembra, infatti, che facebook continuasse a seguire i nostri movimenti sul Web, con lo scopo di, una volta rientrati sul social, offrirci pubblicità più "coerenti" con i nostri gusti / bisogni.

Anche Youtube conserva le nostre preferenze, facendo si di offrirci quasi sempre video di nostro interesse.  La vera differenza è che mentre il primo, FB, controlla quello che facciamo fuori dal suo sito, Youtube non fa altro che controllare quello che facciamo sul suo e offrirci dei contenuti che potrebbero interessarci.

"Da un lato Youtube ti invita a casa sua, ti fa mettere comodo sul divano e ti "guarda" mentre fai zapping con il telecomando. Facebook ti fa entrare a casa sua, ti mette delle cimici addosso e spia quello che fai fuori casa."
Lanciacoltelli
La differenza è sottile, proverò a spiegarla meglio. Da un lato Youtube ti invita a casa sua, ti fa mettere comodo sul divano e ti "guarda" mentre fai zapping con il telecomando. Facebook ti fa entrare a casa sua, ti mette delle cimici addosso e spia quello che fai fuori casa. Entrambi poi il giorno dopo ti fanno trovare il giornale che preferisci sul tavolo e il tuo canale preferito sulla tivù, ma le due cose sono mooolto diverse.

blog.it 8 luglio 2010


Manager Online 18 giugno 2012

Ma proseguiamo.


Il Diario

Come ormai tutti saprete Facebook ha introdotto il nuovissimo diario, oddio nuovissimo e oddio diario. Insomma l'idea è quella di avere una bellissima barra divisoria tra la sinistra e la destra e di generare confusione negli utenti. Ma oltre a queste problematiche ecco che anche qui saltano fuori le cause contro facebook, da chi?! beh da Timeline Inc.

Giornalettismo 9 dicembre 2011

Vorrei evidenziare le ultime frasi: "timeline è un termine generico".... ed ecco il bipolare Zucky intavola una causa contro niente popo di meno che FacePorn

Ogginotizie 24 maggio 2012

Caro Zucky ma non erano termini generici?!?!

Riconoscimento Facciale


L'idea è semplice. Fb sa quando sei connesso, se ti tagghi nelle foto sa chi sei, se tagghi i tuoi amici sa chi sono. Avete capito ora la potenza di un social con riconoscimento facciale integrato?! Certo anche i criminali e/o i latitanti potrebbero essere scovati... ma dubito che si tagghino su fb. Così l'unica cosa a cui serve è a renderci rintracciabili, infatti, sanno anche dove siamo. Tutta questa mole di dati è altamente pericolosa e da gestire con i guanti.

Volete un esempio?! Usa: uomo incriminato di omicidio si difende sostenendo di star giocando all'Xbox. Detto fatto: prese le registrazioni del Kinect, visto l'uomo ballare a Just Dance, scagionato l'uomo. La tecnologia è potente, ma oltre a poter essere utile nell'1% dei casi, può essere molto nociva.

Così l'idea che facebook abbia in un database tutti i nostri dati biometrici ha fatto di nuovo storcere il naso alla Germania che ha aperto una nuova causa nei confronti del colosso sociale.

Come avrete capito le basi su cui nasce e cresce facebook non sono per niente solide, ma anzi sono piene di buchi e di cause, di cui quasi nessuno è a conoscenza.

Gaming

La cosa che però a me lascia più perplesso è la possibilità che Facebook ha dato a Zynga di spremere i propri giocatori. Sicuramente tutti voi conoscerete o Pet Society o Farmville o un qualsiasi altro gioco della piattaforma Zynga.

Questi giochi danno un limite massimo di azioni all'utente, che se vuole continuare a giocare deve o acquistare la "vita", chiaramente con soldi veri, o aspettare 6-8 ore prima di poter ri-giocare.

"Non posso più giocare quanto voglio, Zynga mi ha tolto tutte le 'vite' "
Lanciacoltelli
Questa nuova modalità di gioco... consumatrice, è molto dannosa. Infatti, l'idea di non poter giocare quanto si vuole è un'idea brillante dal punto di vista economico, perchè costringe gli utenti più incalliti a pagare per giocare, ma altamente dannosa, per ovvi motivi.

Zynga stessa è entrata in borsa e ha fatto la stessa brutta fine che si prevede per Facebook


Come vedete siam passati da circa 15 punti a 3 con una riduzione dell'80%.

Dopo tutti questi exploit giungiamo al succo della questione.

Ads not by Facebook && Borsa

Per racimolare soldi oltre ad aver creato un sistema di pubblicità proprietario, dai costi... spropositati, ma che non si autososteneva, ha deciso ora di aggiungere pubblicità.. esterne sostenendo che quelle non siano "pubblicità di Facebook". Come se un qualsiasi pirletta possa aggiungere pubblicità che spuntano a caso, nel diario di Tizio o Sempronio. Vi rimando ad un mio post vecchio, qui il link.

Questo ha fatto si, insieme ad altre cose non molto ufficiali, ma gravi anche su ufficiose, che il mercato guardasse il titolo di Zucky con l'occhio storto. Insomma... le preoccupazioni del mercato lasciano il tempo che trovano, quando lui possiede le nostre vite.

Conclusioni


Come avrete capito la questione è molto spinosa e direi anche molto complicata e profonda da trattare. Cosa possiamo fare per limitare al minimo i rischi?!

  • non accedere ad altri siti tramite log-in di facebook. In questo modo ci garantiamo una "privacy" nostra ed evitiamo che vengano pubblicati post a nome nostro dall'eventuale sito;
  • togliere i permessi da tutte le applicazioni che non ricordiamo nemmeno di avere installato, tramite l'apposita sezione di facebook "privacy"
  • ri-impostare la privacy dei nostri diari, visto che è stata settata di default a pubblica, su molti profili
  • e in ultimo ma non meno importante, sapere quello che ci circonda, in maniera tale da muoverci con più intelligenza.
Perchè anche se non possiamo fare niente contro qualcosa, sapere che quella cosa esiste, è molto meglio che restare nell'ignoranza. Con questo vi saluto, se avete commenti, critiche, sentitevi liberi di lasciarli qui sotto. Ci vediamo alla prossima guida/recensione/approfondimento. Ciao!


lanciacoltelli

Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings