17 mag 2012

Wired USA svela ufficialmente l'Unreal Engine IV

0 commenti

A sorpresa, Wired USA ha pubblicato un articolo dedicato alla tech demo dell'Unreal Engine 4 di Epic Games mostrata privatamente alla GDC americana di quest'anno, insieme alle prime immagini di quello che sarà uno dei principali motori grafici della prossima generazione di console. Dopo la demo di Samaritan, che girava su una versione dell'Unreal Engine 3 modificata a dovere per rappresentare la possibile next-gen, grazie anche all'ausilio delle più recenti schede grafiche sul mercato, oggi per mostrare l'UE4 viene utilizzato un nuovo setting ed un nuovo prototipo.

La nuova tech demo è stata realizzata da 14 sviluppatori, compresa la supervisione del direttore artistico Chris Perna che afferma "di non aver dormito diverse notti per poter tirare fuori il meglio del livello artistico raggiungibile". La dimostrazione si è aperta, come ormai accade di consueto, con una cinematica in grande stile mentre veniva spiegato che tutto ciò che si vedeva a schermo girava su una singola Nvidia Kepler GTX 680. Il protagonista è un demone corazzato che con il suo risveglio scatena lava e fiamme intorno a sé mentre il paesaggio si divide in due: da una parte un vulcano in eruzione emette cenere e polveri che rendono il cielo scuro mentre dal lato opposto sono presenti delle cime innevate ben nitide con dei fiocchi di neve che scendono vorticosi.

Se nei precedenti engine polveri e altri effetti potevano rallentare le performance del motore grafico, Wired dichiara che con il nuovo Unreal Engine 4 potranno esserci milioni di particelle senza creare alcun danno. Dopo la cinematica della durata di 153 secondi, ricca di tutti quegli effetti che gli sviluppatori vorrebbero usare, la demo è stata giocata prendendo le sembianze del protagonista visto in precedenza e con visuale in prima persona, tipica dei FPS. Nel primo ambiente viene messa alla prova l'illuminazione: proprio come nella realtà, a seconda della presenza o meno di una certa luce, possono essere rese evidenti particelle di polvere altrimenti invisibili; nel secondo ambiente sono invece presenti delle sfere luminose che fluttuano nell'aria e che cambiano direzione in continuazione, restituendo particolari fasci di luce.

Nella tech demo non si è parlato unicamente di grafica, ma anche della seconda versione di Kismet, uno strumento che semplifica tutte le procedure di scripting (ovvero la capacità di poter attribuire delle azioni a degli oggetti presenti nel mondo di gioco - da porte o finestre che si aprono fino ad arrivare ai compiti che devono eseguire certi personaggi). Nell'Unreal Engine 2 si applicava un sistema di causa-effetto dove indicare una certa azione implicava l'attivazione o la disattivazione di un certo effetto (ad esempio, all'azione di premere un interruttore si poteva collegare l'accensione di una lampadina), ma quando le azioni si accumulano e diventano sempre più complicate, risultava difficile continuare ad un utilizzare una struttura di questo tipo. Con l'Unreal Engine 3 si è risolto questo problema introducendo Kismet, un tool che semplifica tutte le azioni semplicemente selezionando una serie di opzioni che non richiedono alcuna codifica.

Con il tempo, Kismet si è arricchito trasformandosi da un tool per semplificare la vita dei programmatori ad uno strumento per andare incontro alle esigenze degli artisti permettendo loro di poter delineare movimenti e comportamenti dei personaggi e dei modelli creati. Kismet 2 porterà entrambi gli aspetti ad un nuovo livello, permettendo di definire il comportamento di tutti gli oggetti del mondo di gioco ma anche la struttura dei livelli, dando così più libertà e creatività ai level designer che potranno toccare con mano le loro creazioni senza dover passare per la programmazione.

Wired conclude il suo articolo affermando che la tech demo è stata eseguita in tempo reale, e non tramite un file appositamente creato per l'occasione, mentre il pubblico potrà vedere con i propri occhi l'Unreal Engine 4 nel mese di giugno. Visto che giugno coincide con una delle più grandi manifestazioni videoludiche, è ormai certo che l'UE4 sarà presente all'E3.
Di seguito le immagini.















Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings