16 mar 2012

Facebook, la privacy, la borsa, le pubblicità

0 commenti
Questi quattro termini insieme non li vorremmo mai vedere, o meglio il caro Zucky non li vorrebbe proprio vedere! 



La pubblicità
La gustosa novità di facebook di questi giorni sono gli "ads not by facebook". Di cosa sto parlando? Se siete ancora trai pochi fortunati che non hanno questi continui banner che ti inseguono su facebook aspettate qualche giorno e li vedrete.

Partiamo dal presupposto che il "Diario" di facebook possa piacere o meno, a me sinceramente non piace, ora questo nuovissimo e fantastico oggetto è stato rimepito con decine e decine di pubblicità (che ingannevolmente sembrano post dell'utente di cui stiamo guardando il diario) e non solo. In alto in basso a destra a sinistra. Ora sorge una domanda. Perchè?

Facebook si è sempre autosostenuto e quindi la domanda che sorge spontanea è "forse non ha abbastanza fondi?" "facebook sta perdendo soldi al posto che crearli"? Altre possibili interpretazioni sono di due tipi:
  • finalmente le aziende hanno capito le potenzialità di fb come diffusore di pubblicità
  • finalmente fb ha capito che è molto più fruttuoso sfruttare le pubblicità degli altri
Sinceramente posso capire la necessità della pubblicità (qualsiasi sito guardate ce l'ha), ma qui non capisco la necessità di prendermi per il culo! Cosa significa Pubblicità non di facebook? Chi le ha messe li un hacker?!?! Bah! La questione soprattuto con l'avvicinarsi dell'ingresso in borsa potrebbe creare ulteriori grattacapi a questo grattacielo dalle fondamenta instabili...


La borsa
Se non lo sapeste ancora facebook vuole entrare in borsa. Quando? Cosa significa?

Quando? L'idea è quella di entrarci il prima possibile, dove questo prima implica la risoluzione dei problemi che stanno uscendo fuori come funghi. Primo problema tra tutti il problema della privacy. La Germania ha infatti deciso di fare causa a facebook, in ultimo per la "per la Protezione dei Dati. Infatti Amburgo ha portato come accuse il fatto che fb monitorasse gli utenti anche dopo che avessero disattivato o cancellato i loro account". Altri stati hanno già pensato di fare causa a facebook proprio per la non chiarezza in relazione ai propri dati.

Cosa significa? Significa che facebook, fino ad una settimana fa (più in fondo le motivazioni), si autosostiene, ovvero vive grazie alle sue stesse pubblicità. Le barre laterali infatti erano intasate da aziene e gruppi che pagavano per essere li. Grazie a questi fondi fb riusciva a mantenere gratis il suo servizio. L'idea è quella invece di dare un valore ad ogni utente. La borsa infatti sarebbe il grande passo per facebook che potrebbe difatti guadagnare milioni di dollari in un baleno. La sua quotazione stimata (molti sostengono sovra) è di circa 100.000.000€ (cento milioni). Questo significa che facebook in un giorno potrebbe fare qualche milione di euro o perdere qualche milione di euro. Questo porta alla domanda "l'importanza dell'utente sarebbe la stessa"? I dubbi su questo punto restano.

La privacy
Come già detto al quando (leggi sopra) facebook e la privacy non vanno molto d'accordo. Tralasciando le varie cause sono sempre più diffusi i matrimoni che vanno in frantumi, le persone che vanno "a caccia" su fb... Insomma non si capisce se sia il mezzo che ha reso "sgamabili" certe persone o se le abbia create [fatemi sapere che ne pensate nei commenti].

Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings