19 dic 2011

L'ultimo di noi, la sorpresa di Naughty Dog

0 commenti


Data di uscita: 2012
Genere: Survival
Modalità di gioco: Giocatore Singolo
Sviluppo: Naughty Dog
Publisher: Sony Computer Entertainment







Ne è passato di tempo da quando la Naughty Dog, arcinota casa produttrice americana, si dilettava nella produzione di divertentissimi platform in finto 3D.



In tempi più recenti, precisamente nel 2007, ha dato vita a una nuova saga di grandissimo successo, diventata poi il punto di riferimento per i giochi d’avventura di casa Sony: stiamo ovviamente parlando della saga di “Uncharted”, di cui parleremo prossimamente in un post apposito.

Insomma, non si può di certo negare una certa evoluzione nella produzione videoludica della Naughty Dog, che appena qualche giorno fa se ne esce con un annuncio bomba dal nulla, che ha portato allo smascellamento e alla salivazione compulsiva/ossessiva del sottoscritto.
Inquadratura iniziale del trailer appena rilasciato.
Un bel braccio sbrindellato.
Stiamo parlando di “The Last of Us”, titolo d’azione che sbarcherà nei lidi del monolite nero a fine 2012/ inizio 2013.



Guardando il trailer, fin da subito notiamo la grande cura che è stata riposta nella regia, ripercorrendo i passi di una dei due protagonisti del gioco, Ellie, una ragazzina sui tredici/quattordici anni che assomiglia in modo preoccupante ad Ellen Page.





Pochi secondi dopo viene inquadrato Joel, l’altro personaggio nonché padre della stessa, impegnato a maciullare violentemente con un’asse di legno un tizio incappucciato, apparentemente senza motivo.


Dalla scena successiva, si assapora perfettamente la profonda indole survival che permeerà il gioco: Ellie non mostra alcuna esitazione nel depredare dei pochi proiettili rimasti il malcapitato, quasi fosse abituata a questa “giornata tipo”.
Joel sembra aver notato "qualcosa" nell'altra stanza...
Ma ecco che si entra nel vivo dell'azione, quando vediamo il dinamico duo affrontare quello che sembra essere un umano mutato, della cui faccia possiamo solo distinguere le fauci affilate, che per poco non si piantano nella faccia del povero Joel, prontamente salvato dal serramanico della giovane Ellie.
... e anche quel "qualcosa" sembra aver notato lui!
Quando i due escono dall’edificio, finalmente possiamo ammirare quella che sarà l’ambientazione del gioco: una città completamente devastata da quella che sembra essere un qualche tipo di apocalisse, completamente differente però dallo stile dell’ambientazione di un Fallout, un ritorno alla natura quasi lussureggiante.
Panoramica di una delle città statunitensi dove si dipanerà l'avventura.
Qui si chiude il trailer, con le parole di Ellie che riecheggiano negli ultimi secondi di video: “This is our routine”.
Beh, che dire, se la Naughty Dog cercava di incuriosirci ha centrato il bersaglio, rilasciando anche dichiarazioni piuttosto interessanti riguardo a ciò che ha ispirato il gioco: gli sviluppatori dicono di aver avuto l’idea dopo aver visto un documentario nel quale una formica veniva infettata da un fungo, che lentamente la uccideva propagandosi nel cadavere.
“Pensa che cosa succederebbe se un morbo del genere finisse con l’infettare un umano!” si son detti, e così è nato “The Last of Us”.
Dio benedica i documentari, dico io.
Ma pur volendoci incuriosire ancora di più con i dettagli riguardanti all'ispirazione tratta per le "creature", gli sviluppatori hanno altrettanto posto l'accento nel descrivere quella che sarà l’esperienza di gioco:
“Non si pensi a un gameplay con forti componenti sparatutto, The Last of Us cerca di riproporre l’intera esperienza survival, ponendo l’attenzione soprattutto sulla relazione tra Joel e Ellie e incorniciando il tutto nell’ambientazione post-apocalittica di diverse città statunitensi dilaniate da una terribile catastrofe”.
Certo, siamo tutti bravi a parole, ma non siamo sempre così critici, e riponiamo un po’ di fiducia nei ragazzi della Naughty Dog.
E contate le munizioni, ne avrete bisogno.
Fattore Hype: 4.5 / 5

Link al sito ufficiale: http://www.lastofus.com/agegate.html

Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings