13 dic 2011

Bioshock

0 commenti
Fin dalla prima scena si capisce che questo è un gioco diverso dagli altri, non è il solito sparatutto è un gioco che vuole offrirti di più fin da subito. Siamo subito catapultati in questo mondo fantasioso che è rapture dove ci troviamo fin da subito di fronte ad una realtà sconvolgente.


L'Adam una particolare sostanza che permette la modifica genetica è diventato preda di individui comuni, resi folli dal sogno di poter ottenere la perfezione genetica. Il gioco potrebbe sembrare un banale sparatutto, ma sono presenti distributori di plasmidi, che sono appunto i modificatori genetici, che danno al gioco quel quid in più.
Incineratetrythis
I plasmidi sono di vario tipo e con i più disparati effetti, dalla telecinesi, al lancio delle fiamme, ce n'è davvero per tutti i gusti.
I big daddy sono il nostro principale ostacolo all'ottenimento dell'Adam necessario per poterci permettere questi straordinari poteri. Infatti queste creature proteggono le bambine, trasportatrici d'Adam, che una volta ucciso il loro protettore, potremo scegliere se consumare o risparmiare, cambiando alcuni eventi della storia.
Oltre all'acquisto di plasmidi dobbiamo tenere sempre sott'occhio munizioni, vita e "mana", perchè una volta finiti non sarà facile riguadagnarne ancora. Nel complesso la trama ci lascia liberi di scegliere se affrontare il gioco come uno sparatutto o affrontarlo più con scopi tattici. E chiuderei con una citazione di gamesurf:

"Bioshock è un gioco che rimarrà nella storia, perché non è solo bello, non è solo profondo, non è solo innovativo, non è solo dannatamente divertente, ma è un mix ben riuscito di tutti questi elementi, una pietra miliare con cui ci si dovrà confrontare nel futuro, perché, se è vero che non ha inventato un genere, l'ha quantomeno fatto evolvere."

Lascia un Commento



 
WideoReviews © 2011 DheTemplate.com & Main Blogger. Supported by Makeityourring Diamond Engagement Rings